La Legge di Bilancio 2018, definitivamente approvata (pubblicata in Gazzetta Ufficiale n.302 del 29-12-2017 - Suppl. Ordinario n. 62) introduce alcune novità di interesse per le associazioni e società sportive dilettantistiche tra cui si segnala il comma 367 lett. b) che prevede, a partire dal 1 gennaio 2018, l’aumento da 7.500 a 10.000 euro dell’importo che non concorre a formare il reddito imponibile delle indennità, dei rimborsi forfettari, dei premi, dei compensi erogati nell'esercizio diretto di attività sportive dilettantistiche ed ai rapporti di collaborazione coordinata e continuativa di carattere amministrativo-gestionale di natura non professionale resi in favore di società e associazioni sportive dilettantistiche.

A tal fine viene modificato l’articolo 69, comma 2 del Testo Unico delle Imposte sui Redditi – TUIR (DPR n. 917 de 1986) il cui nuovo testo diventa:

“... Le indennità, i rimborsi forfettari, i premi e i compensi di cui alla lettera m) del comma 1 dell’articolo 67 non concorrono a formare il reddito per un importo non superiore complessivamente nel periodo d’imposta a 10.000 euro. Non concorrono, altresì, a formare il reddito i rimborsi di spese documentate relative al vitto, all’alloggio, al viaggio e al trasporto sostenute in occasione di prestazioni effettuate fuori dal territorio comunale...“