Con la circolare n. 2/2019, il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha fornito chiarimenti interpretativi sul contenuto, nonché sulle modalità di adempimento, degli obblighi di pubblicità e trasparenza, che la legge 124/2017 (legge annuale per la concorrenza) ha posto a carico anche degli enti del Terzo settore, relativi alle erogazioni pubbliche ricevute dal 1 gennaio al 31 dicembre di ogni anno.

La lcircolare, in particolare, ha introdotto una serie di misure di trasparenza nel sistema delle sovvenzioni pubbliche a carico di una pluralità di soggetti che intrattengono rapporti economici con la Pa o con enti pubblici economici e società in controllo pubblico (articolo 1, commi 125-129).

Oltre alle imprese, tra i destinatari dei nuovi adempimenti rientrano anche gli enti del Terzo settore. Gli enti diversi dalle imprese e, quindi, anche quelli del Terzo settore, invece, sono obbligati a pubblicare sui propri siti o portali digitali le informazioni relative ai contributi ricevuti superiori a 10mila euro.

L’obiettivo perseguito dal legislatore è assicurare la massima trasparenza e informazione circa la destinazione delle risorse pubbliche. Si tratta, pertanto, di disposizioni particolarmente rilevanti. Proprio allo scopo di garantirne l’esatta osservanza, con la circolare in esame il Ministero fornisce le necessarie indicazioni operative in ordine al contenuto degli obblighi comunicativi e alle relative modalità di adempimento. In tal modo, gli enti obbligati facenti parte del Terzo settore sono messi in condizione di adempiere con esattezza e puntualità le prescrizioni normative.

Cliccando qui puoi scaricare la Circolare 2/2019 del Ministero del Lavoro