In considerazione delle disposizioni previste dal nuovo Decreto Legge, siamo a fornirvi alcune indicazioni operative relativamente alle nostre attività associative, in applicazione del decreto, che entreranno in vigore dal 06/08/2021.

In zona bianca e in zona gialla, gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali o spazi anche all'aperto, sono svolti esclusivamente con posti a sedere pre-assegnati ed a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi, sia per il personale, e l’accesso è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi Covid-19.

Tali disposizioni sono da applicarsi a tutte le attività associative, comprese le prove e le attività formative.

In zona bianca, nel caso di eventi con un numero di spettatori superiore rispettivamente a 5.000 all’aperto e 2.500 al chiuso, la capienza consentita non può essere superiore al 50 per cento di quella massima autorizzata all’aperto e al 25 per cento al chiuso.

In zona gialla, la capienza consentita non può essere superiore al 50 per cento di quella massima autorizzata e il numero massimo di spettatori non può comunque essere superiore a 2.500 per gli spettacoli all'aperto e a 1.000 per gli spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala.

Restano sospesi gli spettacoli aperti al pubblico, all’aperto e al chiuso, quando non è possibile assicurare il rispetto delle condizioni sopra citate.

Le attività devono svolgersi nel rispetto di linee guida adottate ai sensi dell'articolo 1, comma 14, del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74., ovvero:

· l’entrata e l’uscita dalla sala prove dovrà avvenire indossando la mascherina, che potrà essere tolta durante l’esecuzione musicale se sono mantenute le distanze interpersonali. L’ingresso nei locali dovrà avvenire in maniera ordinata, mantenendo il distanziamento interpersonale, dando precedenza a coloro che dovranno posizionarsi nelle postazioni più lontane dall’accesso;
· i musicisti dovranno mantenere la distanza interpersonale di almeno 1 metro indossando la mascherina;
· per coloro che suonano gli strumenti a fiato, la distanza interpersonale minima sarà di 1,5 metri;
· per gli ottoni, ogni postazione dovrà essere provvista di un contenitore per la raccolta della condensa, contenente liquido disinfettante;
· i componenti del coro dovranno mantenere una distanza interpersonale laterale di almeno 1 metro e di 2 metri tra le eventuali file del coro e dagli altri soggetti presenti sul palco;
· per il Direttore, la distanza minima con la prima fila dovrà essere di almeno 2 metri;
· lo svolgimento delle manifestazioni pubbliche resta consentito soltanto in forma statica, a condizione che, nel corso di esse, siano osservate le distanze sociali prescritte e le altre misure di contenimento.

Certificazioni verdi COVID-19

Per informazioni ed approfondimenti circa le certificazioni COVID-19 invitiamo a consultare il sito predisposto dal Governo Italiano https://www.dgc.gov.it/

Resta intesa l’autonomia delle singole autorità territoriali circa ulteriori particolari disposizioni che possono essere emanate e alle quali le associazioni devono fare pedissequo riferimento.

Si ribadisce che, tutte le responsabilità delle eventuali attività svolte dall’associazione, restano in capo al legale rappresentante.

Consapevoli del perdurare delle difficoltà che ogni nostra associazione sta affrontando, in considerazione della situazione estremamente dinamica, sarà nostra cura tenervi costantemente aggiornati sulle variazioni in divenire.

Con viva cordialità. 


Il Presidente Nazionale ANBIMA
M° Giampaolo Lazzeri

Il comunicato ufficiale del Presidente Nazionale ANBIMA