Cari Amici,

la Santa Cecilia che ci prestiamo a celebrare sarà molto particolare perché le nostre formazioni non potranno suonare e cantare in onore della nostra Santa Patrona.

Solo gli eventi delle grandi guerre sono riusciti a far tacere nel tempo i nostri inni e canti.

Ma anche questa è una guerra che stiamo combattendo, tutti, indistintamente, contro un nemico misterioso e minaccioso, con l’intento e la speranza di poter tornare presto alla normalità della vita.

Certamente, come dopo ogni guerra, tutto non sarà più come prima, ma la storia ci insegna che la nostra passione per la musica può dare quella forza e quel coraggio per rialzarci, per riprendere a vivere e continuare a costruire.

Per questo motivo, in occasione di questa particolare ricorrenza, rivolgo a voi, amici musicisti e cantori, i più sentiti auguri e l’esortazione a confidare nella serenità di un prossimo futuro.

Che la Santa Patrona porti nei nostri sodalizi, nelle nostre famiglie, nel nostro vivere quotidiano, sentimenti di fiducia, speranza e gioia.

Buona Santa Cecilia, a nome mio personale e di tutti i Dirigenti ANBIMA.

Ezio Audano
Presidente Regionale ANBIMA Piemonte