ANBIMA

Associazione Nazionale Bande Italiane Musicali Autonome

Reggio Calabria

Comunicato

Venerdì 5 c.m. alle ore 18:00 sarà tenuto, presso l’Auditorium del Centro Civico di Arghillà di Reggio Calabria, il

CONCERTO INAUGURALE

dell’Orchestra Giovanile ANBIMA della Provincia di Reggio Calabria.

Un Concerto particolarmente significativo e musicalmente ricco, che vedrà insieme il Complesso Bandistico “Euterpe” di Catona di Reggio Calabria, diretto dal M° Giuseppe Maira, l’Orchestra Giovanile di Fiati “Giuseppe Scerra” di Delianuova, diretta dal M° Gaetano Pisano, l’Orchestra di Fiati “Giuseppe Rechichi” di Oppido Mamertina, diretta dal M° Stefano Calderone e il Complesso Bandistico “M. Mammoliti” di Seminara, diretto dal M° Bruno Zema.

La positiva e ricca esperienza maturata dalle predette Orchestre, arricchita dalla competenza dei loro Maestri, costituisce certamente il valore aggiunto all’iniziativa dell’ANBIMA che vuole esaltare, con un progetto organico, inclusivo e non occasionale, la ricchezza dei singoli al servizio di una comunità più vasta, che certamente comprende anche altre significative esperienze.

Il Concerto sarà diretto dai Maestri Stefano Calderone, Giuseppe Maira, Gaetano Pisano e Bruno Zema, e comprenderà un repertorio ricco di significative musiche di A. Adam, S. Reineke, J. De Haan, R.W Smith e M. Somadossi.

Reggio Calabria, 3 gennaio 2018

ANBIMA CALABRIA

                                                                              Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

                                                                                             Comunicato

Significativo ed estremamente attuale il Seminario tenuto dalla Presidenza Regionale dell’ANBIMA Calabria domenica 12 c.m. in un noto albergo di Lamezia Terme con una nutrita rappresentativa delle Associazioni della Regione, alla presenza, in quanto esperto, del Segretario Nazionale della stessa organizzazione, Dr. Andrea Romiti.

Il Seminario è stato specificatamente convocato per l’approfondimento delle Problematiche del terzo settore, alla luce del D. Lgs. n. 117 del 3.7.2017, certamente il più corposo tra i cinque decreti emanati a seguito della legge delega per la riforma (riordino) del settore.

Secondo l’esperto, soffermandosi a lungo su questo assunto, la parola riordino è la più appropriata per indicare lo scopo principale del codice e conseguentemente ne ha indicato le motivazioni:

- Vengono abrogate diverse normative, tra cui due leggi storiche come quella sul volontariato, e quella sulle associazioni di promozione sociale, oltre che buona parte della “legge sulle Onlus”;

- Vengono raggruppati in un solo testo tutte le tipologie di quelle che da ora in poi si dovranno chiamare Enti del terzo settore (ETS);

- Vengono definite in un unico elenco, riportato dall’art. 5, le “attività di interesse generale” per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale”, che, “in via esclusiva o principale” sono esercitate dal Terzo settore.

Con l’iscrizione al Registro gli ETS saranno tenuti al rispetto di vari obblighi riguardanti la democrazia interna, la trasparenza nei bilanci, i rapporti di lavoro ed i relativi stipendi, l’assicurazione dei volontari, la destinazione di eventuali utili. Ma potranno accedere anche ad una serie di esenzioni e vantaggi economici previsti dalla riforma, senza contare che diventano per la prima volta esplicite, in una legge, indicazioni alle pubbliche amministrazioni: come cedere senza oneri alle associazioni beni mobili ed immobili per manifestazioni, o in comodato gratuito come sedi o a canone agevolato per la riqualificazione o incentivare la cultura del volontariato o coinvolgere gli ETS sia nella programmazione che nella gestione dei servizi sociali.

Su tutti questi elementi si è aperto un ampio dibattito, che, nella fase finale, si è, però, allargato ad un'altra riforma definitivamente approvata dal Parlamento da appena due giorni, dopo 71 anni di attesa: La Legge Quadro sullo Spettacolo n. 4652.

Sull’argomento hanno espresso vivo compiacimento sia il Segretario Nazionale che tutti i partecipanti, in quanto questa legge sarà fondamentale per la crescita di un settore vitale, quale è lo spettacolo dal vivo e, per quello che ci riguarda, costituirà un preciso puto di riferimento per il riconoscimento del valore delle pratiche artistiche a carattere amatoriale, ivi compresi i complessi bandistici.

Lamezia, 13 novembre 2017

L'ANBIMA Calabria partecipa con profondo dolore la scomparsa del Presidente Emerito dell'Associazione Culturale "Nicola Spadaro" di Delianuova, Dr. Giuseppe Scerra, che è stata comunicata dalla stessa Associazione con il seguente manifesto:
L’Associazione Culturale “Nicola Spadaro” in tutte le sue componenti, profondamente colpita per la scomparsa del

Presidente Emerito
Dr. Giuseppe Scerra

unendosi nella preghiera, esprime il proprio profondo cordoglio e si unisce al dolore della famiglia, esternando la propria immensa gratitudine per l’affetto, la stima e la lungimiranza con cui ha dato vita ed ha seguito i “propri ragazzi”.

Grazie Presidente